top of page

Casi di epizoozia emorragica in Europa
                                             agosto 2023

Di cosa si tratta?
   La malattia emorragica epizootica, provocata dal virus EHD, è una malattia virale che colpisce principalmente i ruminanti per lo più cervi e bovini causando la febbre catarrale ed altri sintomi quali anoressia, zoppia, difficoltà respiratorie, lesioni orali; anche i piccoli ruminanti possono essere portatori del virus, ma finora non sono stati rilevati casi sintomatici.
  Il virus viene trasmesso tra animali attraverso punture di insetti appartenenti al genere Culicoides della famiglia Ceratopogonidae; si tratta di moscerini mordaci e dei quali ne esistono oltre 1000 specie nel genere. Diverse specie sono note per essere vettori di varie malattie e parassiti che possono colpire gli animali.

Da quando si hanno le prime notizie?
   1955 - Scoperto per la prima volta negli Stati Uniti, il virus colpisce principalmente cervi dalla coda bianca e bovini domestici.
          Da allora il virus si è diffuso in Asia, Australia e Africa, ma solo dal 2022 sono stati rilevati casi in Europa.

  2017 - In ottobre i funzionari del DEEP ( Dipartimento per l'energia e la protezione dell'ambiente in Connecticut ) hanno rilevato un’insolita moria di cervi dalla coda bianca nel Connecticut centrale.

     2021 - Il virus EHD rilevato in Tunisia. ha diversi sierotipi. Questo sierotipo non era stato più rilevato dalla sua comparsa in Australia nel 1982.

     2022 - I primi casi in Europa sono stati rilevati in Sardegna il 25 ottobre; pochi giorni dopo sono stati segnalati casi in Sicilia, seguiti da due focolai in Andalusia a metà novembre. Segnalati casi anche in Portogallo.
      Secondo quanto rilevato da ANSES (
Agenzia nazionale francese per la sicurezza alimentare) quello che circola al momento in Europa appartiene al sierotipo 8, ed è identico a quello nel 2021.

     2023 - Nella penisola iberica, il monitoraggio dei casi nella fauna selvatica e negli allevamenti di ruminanti ha rivelato un aumento graduale tra il 2022 e il 2023. Gli ultimi casi in Spagna, alla fine di agosto, sono stati localizzati a meno di 100Km dal confine con la Francia.
           
A fine Settembre ne è stata rilevata la presenza nei bovini di 3 aziende agricole situate nei Pirenei Atlantici e negli Alti Pirenei.

​E' pericoloso?
     Nonostante i sintomi, per ora la mortalità risulta essere molto bassa.
  Per l'essere umano la malattia, oggi, non rappresenta un problema in quanto non è trasmissibile, ma rimane sicuramente una minaccia per il bestiame dal momento che non esiste una cura.

bottom of page